Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Acrobazie grammaticali. Spettacolo teatrale di e con Massimo Roscia

10 Agosto @ 9:30 pm 11:00 pm

Lo scrittore Massimo Roscia mette in scena uno spettacolo, tratto dal suo libro Errorario (Rai Libri) e tutto incentrato sulla bellezza della lingua italiana e sull’uso talvolta sciatto, negligente, bizzarro e poco convenzionale che ne facciamo. Le “acrobazie grammaticali” sono allegre, intelligenti, utili e divertenti. Roscia non indossa, infatti, gli abiti del professore pedante, del purista nostalgico o dello sciovinista più intransigente e non impartisce noiose e didascaliche lezioni di grammatica. Si diverte e diverte con simpatiche improvvisazioni verbali, contaminazioni linguistiche, giochi di parole, vivide rappresentazioni e raffinate provocazioni sul tema della lingua italiana che è, sì viva e figlia del tempo e, perciò, in costante evoluzione, ma che purtroppo – e non pultroppo – è quotidianamente bersagliata da errori e orrori. I suoi consigli, dispensati in maniera originalissima, sono utili, improntati alla praticità e concepiti per esaltare la magnificenza della nostra lingua, avvicinare il più possibile la norma all’uso e fare sì che un buon italiano, scritto e parlato, aiuti a risolvere i problemi della quotidianità e, in definitiva, a vivere meglio. Armato di microfono, Roscia spazia con disinvoltura tra i vari contesti e registri linguistici, difendendo apostrofi, accenti e segni di interpunzione, facendosi fermo propugnacolo contro l’invasione di mission, vision, location e altri inutili anglicismi, combattendo i congiuntivi maldestramente invertiti con i condizionali, i qual è con l’apostrofo, i piuttosto che usati impropriamente con valore disgiuntivo, le reiterate mutilazioni della lettera h, gli usi impropri del che polivalente, i diminutivi iperbolici, i tic linguistici e le altre violenze, grandi e piccole, perpetrate a danno della lingua italiana. Lo scrittore-artista gioca briosamente con inciampi e scivoloni grammaticali senza mai demonizzare l’errore o ridicolizzare chi l’ha commesso perché, pur riaffermando alcuni obblighi e divieti inviolabili, ritiene che l’errore rappresenti una straordinaria opportunità per migliorarsi. E così, alla fine dello spettacolo, gli spettatori, dopo avere riso di una battuta o di un malapropismo, se ne tornano a casa felici e contenti, portandosi dietro un paio di insegnamenti, qualche spunto di riflessione, lo spirito rallegrato e il crescente desiderio di amare un po’ di più questa straordinaria lingua che è l’italiano.

Ingresso libero

Tuscia Art Lab – Academy & Events

San Martino al Cimino

via umbria n. 2/A
Viterbo, 339/3412598 01100 Italia
+ Google Maps
339/3412598